Come fare una videoconferenza gratis: Zoom e Skype

Condividi!

Gli strumenti tecnologici sono sempre più utili per comunicare, sia in ambito lavorativo sia per scopi personali. Vengono infatti utilizzati sempre più spesso per il remote working (lavoro da casa), in ambito didattico per seguire dei corsi di formazione o lezioni da casa ed in ambito privato per vedersi e chiacchierare con gli amici. In questo articolo ti spiegherò come fare una videoconferenza gratis.

Esistono diverse piattaforme gratuite e anche molto semplici da utilizzare. In questa guida parlerò principalmente di due: “Zoom” e “Skype”. Ovviamente non esistono solo questi strumenti citati, ma gratis ci sono anche Proficonf, Uberconference, Roundee ed altri ancora. Insomma, le piattaforme da poter utilizzare in modo gratuito sono davvero molto numerose, ma ho preso come riferimento Zoom e Skype in quanto sono rappresentati entrambi nel riquadro “Leaders” del Magic Quadrants di Gartner e sono presenti come Best Meeting Solutions of 2020 as reviewed by customers.

Come fare una videoconferenza gratis: Skype

Come fare una videoconferenza gratis? La risposta è “Skype”. Oltre ad essere gratuita, è anche molto semplice da adoperare. Anche coloro che non sono molto esperti con il PC o con il telefono possono imparare ad utilizzarla in fretta. L’applicazione è disponibile per qualunque dispositivo: PC, smartphone, tablet ed ha anche la versione Web.

Per prima cosa dovrai scaricare il client in funzione del tuo dispositivo, andando alla pagina download del sito Skype ufficiale. Una volta scaricato ed installato dovrai registrarti al servizio o fare la login se sei già in possesso delle credenziali, ad esempio se hai già un account Microsoft.

Skype: la procedura per avviare una videoconferenza

A questo punto puoi avviare una videochiamata cliccando su di un contatto e premendo l’apposito simbolo della videocamera (in alto a destra). Per aggiungere altri partecipanti e fare quindi una videoconferenza, dovrai cliccare sul pulsante “+“, selezionare “Aggiungi partecipanti” e scegliere il contatto da aggiungere. Devi sapere che non potrai contattare nessuno, se anche l’altro interlocutore non possiede Skype. È necessario quindi che tutti coloro che devono partecipare alla videoconferenza, lo abbiano installato sul proprio device. È bene ricordare che con Skype si possono fare anche semplici videochiamate, non solo videoconferenze. Si tratta infatti di uno strumento molto usato anche solo per parlare con amici, non solo in ambito lavorativo. Esiste però anche un’altra piattaforma, oltre a Skype, usata da milioni di utenti: “Zoom”.

Come fare una videoconferenza gratis: Zoom

La piattaforma Zoom funziona in modo simile a Skype, anche se ci sono alcune differenze. Prima di tutto Zoom è una piattaforma web based, in cloud, utilissima per meeting, webinar e per collaborare da remoto. Non è quindi indispensabile scaricare il client, anche se lo consiglio per poter usufruire di tutte le funzionalità disponibili. Nella pagina download del sito ufficiale di Zoom puoi scaricare il software per PC, Tablet, iPhone o cellulari Android.

Zoom meeting: fare una videoconferenza gratis

Dopo averlo scaricato ed esserti registrato potrai iniziare ad utilizzarlo. Assicurati che anche gli altri interlocutori lo abbiano fatto, così potrai avviare una videoconferenza. Per farlo clicca sul pulsante “New Meeting” e poi su “Start Meeting“. Per invitare gli altri partecipanti premi su “Partecipants” e poi su “Invite“. A questo punto potrai decidere tramite quale mezzo invitare gli altri: via email o tramite messaggio. Il destinatario riceverà un link per accedere direttamente alla videoconferenza.

Le differenze tra Skype e Zoom

La differenza principale tra Zoom e Skype è che le videoconferenze di quest’ultima non hanno un limite di tempo. Quelle che vengono svolte con Zoom, invece, sono gratuite fino a 40 minuti, poi la videoconferenza termina. Se si vuole svolgere una riunione più lunga, dovrai ricreare un nuovo meeting, seguendo la procedura descritta in precedenza, oppure dovrai acquistare uno dei pacchetti a pagamento (a partire da €13,99/mese). Un’altra differenza tra Zoom e Skype è il limite massimo di partecipanti: in questo caso Zoom ha un limite doppio rispetto a Skype, 100 partecipanti per il primo, 50 per il secondo. Anche questo limite può essere superato acquistando uno dei pacchetti a pagamento. Invece, le chiamate video con Zoom con solo due partecipanti non hanno alcuna limitazione di tempo.

Entrambe le piattaforme permettono di condividere lo schermo in videoconferenza o di creare delle lavagne virtuali interattive dove poter prendere appunti.

Conclusioni

Come detto in precedenza, le due piattaforme Skype e Zoom non sono le uniche gratuite esistenti. Nonostante ne esistano altre, queste sono quelle che consiglio per la loro semplicità e versatilità. Skype è sicuramente quella più utilizzata al momento, quindi “preferita” dagli utenti, ma Zoom sta prendendo sempre più piede ultimamente. Skype gode del vantaggio che è stata una delle prime ad essere creata. Le funzioni di entrambe le piattaforme sono più o meno le stesse, anche se Zoom ha qualche limitazione in più. In particolare, quella del limite di tempo è abbastanza fastidiosa se devi effettuare delle videoconferenze lunghe.

Potrebbe interessarti anche come chiamare gratis con WhatsApp.

Condividi!

2 pensieri riguardo “Come fare una videoconferenza gratis: Zoom e Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.